Roberto Bautista Agut vince ad Auckland

18. Gennaio 2016

Solo pochi giorni prima dell’inizio dell’Australian Open di Melbourne, con la sua vittoria nell’ASB Classic di Auckland in Nuova Zelanda Roberto Bautista Agut, uno dei tre giocatori dell’Atlanticlux Team, ha conquistato il suo terzo titolo nell’ATP World Tour.

Partito come testa di serie numero 8, Roberto ha avuto un inizio di torneo promettente sconfiggendo nei primi turni con un netto 6-3, 7-5 l’avversario ceco Jiri Vesely e con 6-4, 7-6(3) lo statunitense Donald Young. Nei quarti di finale Roberto ha incontrato John Isner, già vincitore di questo torneo nel 2010 e 2014, attualmente n. 11 del ranking dell’Emirates ATP e uno dei migliori battitori del tour. Dopo essersi imposto anche in questa partita, stavolta con uno score di 7-5, 2-6, 6-3, lo spagnolo ha poi incontrato in semifinale l’attuale n. 10 del ranking mondiale, il francese Jo-Wilfried Tsonga.  In un match avvincente e combattuto Roberto Bautista Agut oltre ad aver annullato un match point ha anche posto fine a una lunga serie di 17 sconfitte contro giocatori nella top 10, battendo Tsonga con 3-6, 7-6(3), 6-4. In finale l’avversario di Roberto, lo statunitense Jack Socks, si è ritirato per influenza sul risultato di 6-1, 1-0.

I risultati
Roberto Bautista Agut (ESP) – Jiri Vesely (CZE)   6-3, 7-5
Roberto Bautista Agut (ESP) – Donald Young (USA) 6-4, 7-6(3)
Roberto Bautista Agut (ESP) – John Isner (USA) 7-5, 2-6, 6-3
Roberto Bautista Agut (ESP) – Jo-Wilfried Tsonga (FRA)  3-6, 7-6(3), 6-4
Roberto Bautista Agut (ESP) – Jack Sock (USA) 6-1, 1-0 rit.

Roberto, che nel 2014 ha già vinto i tornei ATP World Tour su terra rossa a Stoccarda e sull’erba di s’Hertogenbos, festeggia con la sua terza vittoria il suo primo titolo su cemento. Con la sua vittoria guadagna 250 punti nel ranking mondiale e sale così al numero 21, migliorando la posizione nel ranking dell’Emirates ATP World Tour.